La Cineteca “Maria Pia Casilio” a Trebaseleghe con il Progetto SOS Stanlio e Ollio

La Cineteca “Maria Pia Casilio” dell’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica” ed il Progetto S.O.S. Stanlio e Ollio saranno presenti a Trebaseleghe (PD) il prossimo sabato 30 ottobre per il primo incontro dell’Oasi con la proiezione della versione italiana del grande classico Sons of the Desert recuperata in HD nell’ambito del progetto di salvaguardia.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla partnership con l’Associazione Culturale “Bottega dell’Arte” e con l’OASI N. 355 “BIG BUSINESS TENT” dei Sons of the Desert, la “tenda” che raccoglie gli estimatori e i simpatizzanti del duo comico.

Dopo il successo di pubblico riscosso dall’anteprima nazionale dei recuperi degli antichi doppiaggi italiani di Stan Laurel ed Oliver Hardy con le voci di Carlo Cassola e Paolo Canali al Festival Metricamente Corto di Borgoricco (PD) lo scorso 8 ottobre, prosegue l’attività di recupero e valorizzazione della Cineteca “Maria Pia Casilio”.

Il promo della versione recuperata nell’ambito del progetto “S.O.S. Stanlio e Ollio” è disponibile a questo link:

S.O.S. Stanlio e Ollio: il recupero della versione italiana del classico “I Figli del deserto” – YouTube
https://www.youtube.com/watch?v=FRhHsFmuMYw

 

 

APPROFONDIMENTO

I Figli del deserto (1946 Edizione italiana)
(Sons of the Desert, USA/1933)

Regia: William A. Seiter. Sceneggiatura: Frank Craven, Byron Morgan. Fotografia: Kenneth Peach. Montaggio: Bert Jordan. Musica: Marvin T. Hatley. Interpreti: Stan Laurel (Stanlio), Oliver Hardy (Ollio), Charley Chase (Charley), Mae Busch (Lottie Hardy), Dorothy Christy (Betty Laurel), Lucien Littlefield (dottor Horace Meddick), Charita (ballerina di hula). Produzione: Hal Roach per Metro-Goldwyn-Mayer Corp. Durata: 65’

La versione italiana recuperata nell’ambito del progetto “S.O.S.Stanlio e Ollio”, a partire da una copia positiva safety in 35 mm e da una copia positiva in 16 mm, rispetta rigorosamente il formato cinematografico originale della pellicola a 1:1,33. Le voci sono quelle di Alberto Sordi (Oliver Hardy) e Mauro Zambuto (Stan Laurel). Guai in vista per Stan Laurel e Oliver Hardy, la cui partecipazione – vietatissima dalle loro acide mogli – al congresso annuale dei ‘Figli del Deserto’, un’associazione massonica cui appartengono (Oliver Hardy era veramente affiliato alla massoneria) viene scoperta in virtù delle riprese di un cinegiornale…Alcuni elementi della trama sarebbero stati ripresi anni dopo nel film “Totò, Peppino e i fuorilegge” (C. Mastrocinque, 1956). Memorabili la performance di Charley Chase ed il brano “Honolulu Baby”, che Stanlio ed Ollio cantano nel film.

locandina 30 ottobre 2021