Si conclude a Bologna la mostra “Stanlio e Ollio fanno 100. 1921-2021”

Grande successo per la mostra “Stanlio e Ollio fanno 100. 1921-2021”, allestita dall’Istituto Cinematografico dell’Aquila a Bologna dal 12 marzo al 3 aprile presso Policinema, scuola di formazione per cinema e tv, in collaborazione con la Roma Film Academy.

La mostra ha visto l’esposizione di materiali d’archivio e audiovisivi unici provenienti da tutto il mondo, nonchè di un vasto materiale originale di “memorabilia” proveniente dalle collezioni Pignatiello-Santilli-Venier; locandine, manifesti, fotobuste arricchite dalla proiezione di alcune opere della cinematografia di Stanlio e Ollio in versione italiana restaurate e digitalizzate in HD nell’ambito del progetto “SOS Stanlio e Ollio”, oltre che da materiali audiovisivi e sonori appositamente realizzati. L’evento, promosso in tutta l’Emilia-Romagna, si chiude con la soddisfazione di moltissimi visitatori e di scolaresche che si sono appassionati a questi due straordinari attori. Importante, nella giornata conclusiva è stata la visita di Andrea Cian, appassionato cultore della coppia Stanlio e Ollio e collezionista dell’oggettistica e di cimeli legati alla coppia. Ha raccontato, inoltre, anche la sua esperienza con le “tende” gruppi di fans della coppia comica che si riuniscono in tutto il mondo all’insegna del buonumore.

Stan Laurel e Oliver Hardy hanno rappresentato la massima espressione del cinema comico a livello internazionale e sono la più grande coppia di comici nella storia del cinema. Il loro umorismo cinematografico, fresco e sempre attuale, dura da decenni e ispira le nuove generazioni. L’Istituto Cinematografico, inoltre, promuove il progetto “SOS Stanlio e Ollio”: salviamo le versioni italiane dei film di Laurel & Hardy!, che prevede il recupero e la digitalizzazione in HD delle versioni italiane in pellicola dei classici del duo comico realizzati per il produttore Hal Roach. L’obiettivo finale è di realizzare una esauriente collana di opere restaurate in DVD e Blu-ray e di favorire un ritorno in pellicola, restituendole, con una veste rinnovata, alla memoria collettiva.

Il successo dell’intera iniziativa avvalora la mission de La Lanterna Magica in merito al messaggio culturale e artistico che intende perseguire per i progetti futuri: valorizzare il patrimonio conservato attraverso le nuove tecnologie digitali, nei luoghi della cultura cittadini e fuori i confini regionali, per una nuova idea di partecipazione e meditazione da cui far nascere riflessioni ed esperienze inedite.