Sei in: Centro Archivio/Proposte culturali/Eventi

Eventi

Giornate Europee del Patrimonio 2022. Il Cinema per la sostenibilità.

Nell’ambito delle ”Giornate Europee del Patrimonio 2022” dal tema “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro”, l’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica” propone agli Istituti Scolastici la giornata-evento gratuito dal titolo “Il Cinema per la sostenibilità”.

Sabato 24 settembre 2022 gli studenti della Provincia dell’Aquila avranno la possibilità di vedere in streaming il film La quinta stagione di Peter Brosens e Jessica Woodworth (Belgio, Paesi Bassi, Francia 2012), per una riflessione sulla gestione sostenibile del patrimonio culturale e del paesaggio, accompagnato dall’approfondimento cinematografico di Katiuscia Tomei.

L’Istituto ha scelto questa pellicola poiché ci racconta di una misteriosa calamità che colpisce un paesino delle Ardenne sconvolgendo il ciclo della natura. I due bambini protagonisti Alice e Thomas lottano per dare un senso alla vita, mentre attorno ogni gioia si spegne. Una storia ambientata in un futuro vicino, dove la terra si è ormai fatta sterile e – quando anche l’ultimo barlume d’innocenza, rappresentato dai bambini – viene corrotto e ridotto al silenzio, la violenza è destinata ad esplodere e l’avidità a trasformare gli uomini in creature mostruose che si proteggono l’un l’altro, omertosi, facendosi massa.

La tematica è di attualità e propone una riflessione atta a contribuire a un futuro più sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale ed economico, anche in funzione del raggiungimento degli specifici obiettivi fissati dalle Nazioni Unite per il 2030.

Si ringrazia per la collaborazione l’Ufficio Scolastico Provinciale dell’Abruzzo, che ha accolto l’iniziativa promuovendola presso gli Istituti Scolastici.

I link per seguire l’evento:

La quinta stagione di Peter Brosens e Jessica Woodworth
https://www.youtube.com/watch?v=dj32inyLflI

Approfondimento cinematografico di Katiuscia Tomei
https://youtu.be/B8eFU4Z_I2M

giornateeuropee_web

giornateeuropee_stampa

Nascono i primi NFT di disegni dei costumi utilizzati nel cinema italiano

 

L’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica – ETS, lancia la collezione di NFT “I costumi della Lanterna Magica”, realizzata in collaborazione con Crowducers. Per la prima volta entrano nel mercato NFT i bozzetti originali dei costumi di opere che hanno fatto la storia del cinema italiano.

 La collezione include 12 NFT di disegni originali degli abiti indossati da Claudia Cardinale e gli altri protagonisti del film C’era una volta il West di Sergio Leone nel 1968 e da Vittorio Gassman e il cast dell’Amleto di William Shakespeare, nella versione italiana del regista Luigi Squarzina del 1952. Il lancio ufficiale è il 7 settembre sul marketplace Foundation, una data da non perdere per i fan del cinema, i  collezionisti di opere digitali e tutti gli appassionati.

I costumi della Lanterna Magica” ha come mission di diffondere la storia del cinema italiano e riaccendere i riflettori verso il grande pubblico su di esso. La digitalizzazione di questa collezione, è un’opportunità innovativa e creativa di promozione e fruizione, di opere di rilevante interesse storico e culturale del patrimonio artistico dell’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica – ETS.

Gli NFT del film C’era una volta il West di Sergio Leone comprendono i bozzetti originali dei vari abiti di Jill, indossati da Claudia Cardinale nella scena finale, all’arrivo del treno a Sweetwater e in altre sequenze del film, da Henry Fonda nel ruolo del bandito Frank e Charles Bronson che interpreta Armonica.

Gli NFT dell’Amleto di William Shakespeare, nella versione italiana del drammaturgo e regista Luigi Squarzina andata in scena nel 1952, annoverano i costumi usati da Vittorio Gassman nella scena finale (Amleto) e dal cast di attori prestigiosi quali Luigi Vannucchi (Laerte), Anna Maria Ferrero (Ofelia), Elena Zaneschi (Gertrude) e Mario Feliciani (Claudio).

Gli NFT rappresentano un asset digitale, come token possiamo utilizzarli per dimostrare la nostra proprietà di oggetti unici. Gli NFT della collezione “I costumi della Lanterna Magica” possiedono speciali utilità collegate e sono acquistabili sul marketplace Foundation.

Le utilities permetteranno ai proprietari degli NFT di usufruire di particolari vantaggi come il  riconoscimento di Socio Sostenitore dell’Istituto Lanterna Magica – ETS, con iscrizione nell’apposita sezione sul sito istituzionale. Inoltre, i possessori degli NFT riceveranno il catalogo digitale personalizzato della mostra di Amleto conclusa da pochi giorni e avranno la possibilità di essere presentati durante uno degli eventi culturali organizzati dal Centro Archivio Cinematografico.

Le attività che l’Ente svolge annualmente, consistono nel salvaguardare la memoria storica e culturale del cinema e rendere il patrimonio conservato fruibile anche alle generazioni future attraverso il MuMAC, Museo dei Mestieri e delle Arti del Cinema e le iniziative culturali proposte, con uno sguardo attento alle nuove frontiere digitali.

 

L’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica – ETS entra nel mondo NFT con la sua prima collezione

L’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica – ETS, nella valorizzazione del proprio patrimonio, entra nel mondo NFT con la sua prima collezione intitolata “I costumi della Lanterna Magica”, realizzata in collaborazione con Crowducers che sarà lanciata il 7 settembre sul marketplace Foundation. La collezione include 12 NFT di disegni originali dei costumi indossati da Vittorio Gassman e il cast dell’Amleto di William Shakespeare, nella versione italiana del regista Luigi Squarzina del 1952 e da Claudia Cardinale e gli altri protagonisti del film C’era una volta il West di Sergio Leone nel 1968.

Gli NFT nel mondo dell’arte hanno portato un cambiamento di paradigma in cui la produzione digitale di opere artistiche e contenuti cinematografici può esprimere il suo massimo valore. La collezione “I costumi della Lanterna Magica” ha lo scopo di diffondere la storia del cinema italiano e riaccendere i riflettori verso il grande pubblico sul nostro patrimonio artistico.

L’Istituto Cinematografico dell’Aquila La Lanterna Magica ETS, ha accumulato nel corso della sua quarantennale esperienza un patrimonio artistico e cinematografico di oltre 100.000 pezzi, conservati nel Centro Archivio Cinematografico, grazie anche ad importanti donazioni private. Si tratta del primo Archivio in Italia per tipologia di materiale conservato ad aver ottenuto il riconoscimento di interesse culturale particolarmente rilevante dalla Sovrintendenza Archivistica, che ha apposto il vincolo di tutela con decreto del MiC.

La tecnologia blockchain consente di certificare l’unicità e la proprietà del contenuto digitale. Gli NFT sono un nuovo strumento che permette di gestire e custodire opere digitali. L’attività di valorizzazione digitale del patrimonio dell’Istituto cinematografico, si affianca all’attività di conservazione, restauro ed archiviazione, oltre alla programmazione di eventi culturali e momenti di aggregazione, che rendono fruibile il patrimonio conservato.

Nello specifico la collezione “I costumi della Lanterna Magica” contiene 6 NFT dei disegni originali dell’Amleto di William Shakespeare, nella versione italiana del drammaturgo e regista Luigi Squarzina andata in scena nel 1952, dove Vittorio Gassman è il protagonista e il regista teatrale. Sono gli abiti indossati da Vittorio Gassman nel finale (Amleto) e dal cast di attori prestigiosi quali Luigi Vannucchi (Laerte), Anna Maria Ferrero (Ofelia) usato sia durante la festa che in un’altra scena, Elena Zaneschi (Gertrude) e Mario Feliciani (Claudio).

Altri 6 NFT includono i disegni dei costumi utilizzati da Claudia Cardinale, Henry Fonda e Charles Bronson nel film C’era una volta il West di Sergio Leone nel 1968. Sono i bozzetti originali degli abiti di Jill, indossati da Claudia Cardinale nella scena finale, all’arrivo del treno a Sweetwater e in altre sequenze del film. Gli altri NFT creati, si riferiscono ai disegni dei vestiti di Henry Fonda nel ruolo del bandito Frank e Charles Bronson che interpreta Armonica.

La digitalizzazione di questa collezione – spiega Pierluigi Rossi, del Coordinamento Scientifico-Culturale dell’Istituto – riguarda la possibilità di emancipazione e declinazione artistica, attraverso un percorso che vede protagonisti gli NFT. Questo avviene in termini di gestione consapevole, innovativa e creativa del patrimonio artistico dell’Istituto Cinematografico Lanterna Magica – ETS.