Sei in: Istituzione/Storia dell'Istituto

Profilo e storia dell'Ente

L’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica”, ente morale dal 1981, persegue quale obiettivo primario lo studio, la ricerca, la tutela, la conservazione, il restauro, l’archiviazione, la promozione e valorizzazione del proprio patrimonio, accumulato nel corso della sua trentennale esperienza ed arricchito da importanti donazioni private. Nel 2010 il Coordinamento Scientifico-Culturale, istituitosi dopo il sisma, ridefinisce la mission dell’Ente e favorisce la costituzione e l’attività del Centro Archivio Cinematografico e l’apertura del Museo delle Arti e dei Mestieri del Cinema, MuMAC.

La Cineteca “Maria Pia Casilio” costituisce la collezione più importante conservata dall’Istituto. Nasce nel marzo del 2000 ed attualmente rappresenta il quarto Centro Nazionale d’eccellenza per la conservazione del patrimonio cinematografico in pellicola, con lo scopo di diffondere la cultura del cinema favorendone la fruizione e la conoscenza da parte della società. Essa raccoglie un fondo di raro pregio composto da circa 1000 film in pellicola 35 e 16 mm sottoposto a vincolo di tutela con Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 17 maggio 2006. Si tratta di opere di rilevante interesse storico e culturale che appartengono alle più svariate cinematografie mondiali. Tra esse troviamo i lavori dei più importanti autori, con i classici e i principali capolavori della Storia del Cinema, insieme ai film di genere, ai cult movies, alle introvabili pellicole del Cinema Muto ed a straordinari documentari d’autore mai posti in circolazione prima d’ora. La Cineteca “Maria Pia Casilio” ha costituito anche una sezione di “abruzzesistica” con cui intende conservare la memoria storica e sociale delle tradizioni locali.

“La Lanterna Magica” è stata la prima Istituzione Stabile a carattere permanente riconosciuta dalla Legge Regionale n. 98 del 1999, per l’attività svolta nel campo della cultura cinematografica, audiovisiva e multimediale, anche con lo scopo di sostenere iniziative per la formazione delle nuove generazioni. L’Istituto si è sempre caratterizzato per l’ideazione e la realizzazione di attività che hanno fatto dello stesso un punto di riferimento importante per operatori, studiosi e appassionati del mondo del cinema e dell’audiovisivo, consolidando importanti rapporti con esponenti della cultura e dello spettacolo, con società ed istituzioni di Paesi diversi, con la stampa nazionale ed estera.

Negli ultimi anni “La Lanterna Magica” ha ottenuto importanti  riconoscimenti a livello nazionale: il Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 17 maggio 2006  riconosce un fondo di  450 pellicole cinematografiche di interesse culturale particolarmente rilevante e consente alla Cineteca “Maria Pia Casilio” di restaurare tali opere nei suoi laboratori e con i propri tecnici specializzati; il Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 26 maggio 2007 riconosce la Mediateca “Giovanni Tantillo” Centro Regionale per il Deposito Legale con lo scopo di catalogare, conservare e rendere fruibili i documenti audiovisivi, multimediali e sonori di carattere culturale realizzati nel territorio regionale. Inoltre, il Decreto Dirigenziale del 23 settembre 2013 del MiBACT, Direzione Generale per la valorizzazione del Patrimonio Culturale riconosce l’Istituto Cinematografico una delle 13 associazioni a livello nazionale per l’attività svolta nel campo della tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. Infine, la Convenzione stipulata il 10 novembre 2011 con l’Amministrazione Provinciale dell’Aquila ha attivato il rapporto di collaborazione con la Biblioteca Provinciale “Salvatore Tommasi” per il perseguimento di finalità comuni.